• Dario Dee

Conoscenza, ci salvi

Caro Deeario,


il pianeta chiude bottega, ovunque i governi decidono di ripristinare le frontiere, di risolvere l’emergenza sanitaria, di sorreggere l’economia globale. Giustamente l'isolamento è l'unico modo per debellare una pandemia. La scuola a tutti i livelli ne esce al momento sconfitta, travolta da un cambiamento epocale. Impreparata. Da un mese le scuole sono chiuse, le università sono chiuse, gli studenti sono a casa, la conoscenza per le nuove generazioni è in pausa. Solo in alcune classi si è avviata la didattica online e per poche ore... e grazie alle risorse degli insegnanti e non delle istituzioni. Oggi ho sostenuto il mio primo esame universitario online, una situazione inusuale, un‘esperienza che non dimenticherò. E probabilmente non sarà l’unico, gli studenti torneranno in aula quando si potrà garantire la loro sicurezza... si è quasi certi che le scuole e le università non riapriranno prima di Settembre, questo anno accademico 2019/20 sembra essere finito così. Le biblioteche sono chiuse e così anche la mia tesi di laurea resta congelata, resto in attesa (come tanti altri) che possa tornare a fare ricerca. Gli archivi digitali accessibili sono ancora un miraggio. Un’emergenza che può essere superata solo grazie alla conoscenza che al momento non sembra essere al centro delle preoccupazioni dei nostri Governi.

Mi auguro solo che nelle classi in cui si stanno tenendo le lezione, i Prof. parlino ai nostri giovani studenti di questi giorni: degli eroi che combattono il virus, dell’importanza della ricerca, del rispetto delle regole e della legge, dei rischi che affronta l’economia mondiale, di quanto è figa l'Italia nonostante sia travolta dagli eventi. La scuola in questo momento deve potere fornire agli studenti le chiavi per comprendere quanto sta accadendo.

Questa sera sono particolarmente provato, sono in isolamento da più di tre settimane e sono certo che quando tutto sarà finito, non torneremo come prima. Sia in meglio che in peggio saremo profondamente altre persone, sarà un’altra Italia, un’altra Europa, un altro Mondo. Anime nuove forse meno sole.


Buonanotte

Dario





0 visualizzazioni