July 6, 2019

March 29, 2019

Please reload

Post recenti

Cover "Dario è uscito dalla stanza."

November 17, 2018

1/1
Please reload

Post in evidenza

MiRIaM |Aria|

February 4, 2018

Caro Deeario,

 

ho incominciato a lavorare sul mio secondo album. I testi sono completi e le melodie quasi. Ho iniziato anche a registrare le prime songs. Quanto mi sento cambiato dalle mie prime registrazioni del 2015. A parte la maggiore capacità di smanettare con i software, mi sento più maturo. L'approccio alla scrittura è differente: più libero e diretto; non sono alla ricerca della rima perfetta. Canto come se parlassi.

Sicuramente ci vorranno dei mesi prima che sia tutto pronto... infatti non riesco a stare in silenzio fino alla pubblicazione dell'album. Così, prima che sia completo e pubblico, anticiperò alcune songs. MiRIaM |Aria| non poteva proprio più aspettare. Ho scritto il testo per liberarmi dal dolore suscitato dalle bombe che cadono dal cielo sui bambini. Il cielo che dovrebbe accogliere i sogni, restituisce morte. Ho scritto questo brano per denunciare l'ipocrisia di chi provoca morte in nome della LIBERTA' o in nome di un IDEALE che invece altro non nascondono il desiderio di avere più "ORO NERO".

 

 

Questa song non parla solo di Guerra, ma anche della percezione che la gente ha dell'immigrato. Non so bene cosa stia succedendo in Italia, ma dagli stati e i commenti che vengono scritti sui social (e le affermazioni di alcuni politici), sembra che gli italiani abbiano dimenticato gli insegnamenti ricevuti da un passato non tanto lontano che ci ha visti protagonisti cattivi.

Io credo che dovrebbe esistere un sistema non dico perfetto ma quasi che possa identificare le persone oneste e quelle disoneste. Il disonesto, secondo la gravità di quanto commesso, deve essere punito dalla legge e chi compie azioni che violano pesantemente la moralità deve marcire in carcere o essere "isolato" in uno stato di controllo perenne. La legge deve essere uguale per tutti, altrimenti le rivoluzioni sono servite solo a qualcuno per fare fuori i vicini che gli erano scomodi. L'immigrato fa così paura solo perché è diverso da noi. La gente crede che siano persone che portano con se criminalità. Ma non tutti sono disonesti. Soprattutto quelli che vediamo per strada. I disonesti si nascondono come si nascondono i disonesti italiani. Questo sistema (che poi dovrebbe essere la Giustizia) dovrebbe identificare i disonesti e punirli: per chi scappa dal proprio paese non c'è cosa peggiore che essere rispedito nel proprio paese. Non  dovremmo colpevolizzare chi è onesto. Altrimenti da domani rispediamo nei loro paesi di origine: muratori, operai, lavapiatti, cuochi, colf, contadini e noi sostituiamo questi lavoratori per un paio di euro lordi l'ora anziché riempire le Università con la pretesa di diventare DIRIGENTi. Prima che cittadini italiani siamo persone. Molti di loro sono fuggiti dalla guerra, la povertà, la fame, la tirannia. Pensiamo che siano loro la colpa dei malfunzionamenti di questo Stato? Io credo che la colpa sia in primis la nostra che continuiamo ad affidare il nostro futuro ai Governi e alle forze politiche che negli ultimi 40 anni (30 oppure 50?) hanno guidato l'Italia.
I leoni da tastiera prima di sparare cazzate, dovrebbero immaginare come sarebbe il loro bel paese ideale dopo essersi ripulito dagli immigrati.

Ci sono affermazioni che proprio mi fanno perdere la ragione, smetto di essere tollerante.

Per non parlare della scelta dello Stato di negare la cittadinanza italiana ai bambini nati in Italia da genitori immigrati. Sono a tutti gli effetti italiani! Bambini che amano il loro paese e che vengono discriminati. Chissà perché per alcuni il passato deve essere così pesante. Altri invece fanno in fretta a dimenticare.

 

Buonanotte

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici